Home
 

Cenni biografici

La curiosità muove il mondo!

Talvolta mi è stato chiesto chi fossi. Si sa, internet è strumento meraviglioso, ma spesso impersonale. Le persone si conoscono, parlano, litigano ma ... restano senza volto, come se tutto si svolgesse in un mondo irreale. Nel tempo, però, nasce la naturale curiosità di sapere con chi si ha a che fare. 

Questa pagina soddisfa dette curiosità. Non ha intenti autocelebrativi (del resto non ve ne sarebbe motivo), ma soltanto lo scopo di rimuovere la barriera dell'impersonalità.

Qualcosa di me ...

Sono nato a Bari, città dove attualmente vivo. Ho un unico figlio di 15 anni. Da 20 anni opero come previsore nel Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare. Sono un cosiddetto previsore con le "stellette", e attualmente rivesto il grado di tenente colonnello.

Sono entrato in aeronautica per fare meteorologia, ma non è stato facile. Son dovuto passare tra selezioni, concorsi, corsi e trasferimenti. Gran parte della mia specifica preparazione meteorologica proviene da addestramento on job, e da una insana passione per questa scienza (e arte).

Diplomatomi con il massimo dei voti (maturità classica), mi iscrissi alla facoltà di scienze geologiche prima di intraprendere la carriera militare, che sancì il mio forzato abbandono del mondo universitario. Dopo un primo corso a Firenze (1986), fui assegnato come previsore all'Ufficio Meteorologico di Treviso, e da qui all'Ufficio Meteorologico di Venezia Tessera, dove lavorai per tre anni con competenze su tutto il Veneto ed il Friuli-Venezia Giulia. Seguì un secondo corso a Firenze (1989), e poi la sospirata specializzazione in Meteorologia e Fisica dell'atmosfera, conseguita presso le sedi centrali del Servizio a Roma (1990). Nel frattempo fui trasferito presso il Centro Meteorologico Regionale di Brindisi (1989), con competenze su tutta l'Italia meridionale compresa la Sicilia, e dove ebbi l'opportunità di effettuare numerose sperimentazioni nel campo dell'applicazione dell'informatica alla meteorologia (tra cui impiantare un moderno Centro di Comunicazioni Meteorologiche e, in collaborazione con Giovanni Maresca ed Eraldo Panzera, informatizzare tutta la Sala Analisi e Previsioni)). Nel 1992 mi qualificai come istruttore di nefoscopia a luce coerente, con il compito di addestrare nei successivi 4 anni gli operatori di quasi mezza Italia all'uso del relativo strumento (Catania, Grazzanise (CE), Brindisi, Amendola (FG), Gioia del Colle, Lecce). Dopo quasi 8 anni di permanenza a Brindisi, fui trasferito nel '96 presso l'Ufficio Meteorologico di Gioia del Colle (Bari), sede del prestigioso 36° Stormo Caccia, dove attualmente presto servizio.  Nel 1998, in collaborazione con Luca Graniero, ho concepito e introdotto il concetto aeronautico di rischio meteo, pubblicato sulla Rivista Sicurezza del Volo (e ripubblicato in un numero speciale di fine 2000). Dallo stesso anno, l'Ufficio Meteo di Gioia del Colle gestisce tutto il complesso flusso delle informazioni meteo attraverso il software  The Weather Machine, da me ideato, scritto e sviluppato.  Nel 1999 ho ideato e costruito in quel di Gioia il nuovo Centro di Comunicazioni Meteorologiche dell'Italia meridionale, basandomi su preziose esperienze svolte da Sergio Potestà e Marco Porrega. Nell'ottobre 2000 ho contribuito alla riapertura della stazione meteorologica di Potenza. Nel periodo novembre 2000- febbraio 2001 ho frequentato il 3° Corso di Perfezionamento presso la Divisione Formazione Superiore - Scuola di Guerra Aerea di Firenze. Da agosto ad ottobre 2002, ho partecipato in qualità di previsore meteo all'attività addestrativa a bassa quota presso la Base Aerea di Goose Bay (Labrador, Canada). Nel mese di giugno 2003 ho frequentato presso l'ECMWF di Reading (GB) il corso su Uso e interpretazione dei prodotti meteorologici del Centro Europeo, perfezionando le conoscenze dei modelli numerici di previsione. Nell'ottobre dello stesso anno ho partecipato al 2° Corso Aggiornamento Previsori, presso Pratica di Mare. Dal 15 maggio 2004, ho assunto l'incarico di Capo dell'Ufficio Meteorologico del 36°Stormo Caccia.

In ambito civile, ho partecipato a numerose conferenze presso scuole e associazioni, in particolare, collaboro a titolo gratuito con la Federazione Italiana Vela, in qualità di docente federale di meteorologia,  alla formazione degli istruttori di vela. Dai primi del 2000, ho cominciato la pubblicazione del mio sito di meteorologia, profondendo in esso molte energie. Nel giugno 2000 ho partecipato come relatore ad una tavola rotonda sulla sicurezza in mare, organizzata dalla Lega Navale di Bari. Dal 2001 sono socio della Società Meteorologica Subalpina e della Società Meteorologica Italiana. Dal 2002, studente del corso di laurea in Oceanografia e Meteorologia presso l'Università Parthenope di Napoli. Tra aprile e maggio 2003 e 2006, ho tenuto un ciclo di seminari di meteorologia applicata presso l'Istituto Tecnico Aeronautico Statale di Bari. Nel 2006 ho fondato insieme a Giancarlo Modugno e ad altri appassionati di meteorologia, l'Associazione culturale no-profit InMeteo, di cui sono stato il Presidente. Dal 2007 al 2012 ho guidato il Servizio Meteorologico del 36° Stormo (Gioia del Colle, Bari). Dal 2013 ho ricoperto l'incarico di Capo della Sezione regolamentazione dell'Ufficio Generale Spazio Aereo e Meteorologia (Stato Maggiore AM, Roma). Dal 2015 ho assunto il medesimo incarico presso il neo costituito Reparto per la Meteorologia (ReMet) del Comando della Squadra Aerea (Roma). Socio dell'American Meteorological Society e dell'Associazione Geofisica Italiana.

La mia principale aspirazione è vivere in un mondo migliore, dove donne, anziani e bambini vengano rispettati a prescindere da tutto. Credo fortemente che scopo della cultura sia quello di spezzare le barriere tra gli uomini e cementarne la solidarietà. Per questo opero su internet, nel mio piccolo. Tutti possono e devono contribuire al progresso civile, ciascuno con la propria forza e personalità.

Vittorio Villasmunta


Questa pagina è stata realizzata da Vittorio Villasmunta

Ultimo aggiornamento: 07/11/15