Home ] Su ]

Glossario di chimica

(Ultimo aggiornamento: 26/09/04 ). (83 termini)

ACIDO

E' una specie chimica capace di cedere un protone ad un'altra specie chimica.

ACIDO DIPROTICO

Acido che contiene due protoni trasferibile per molecola (es.H2SO4, H2S).

ACIDO POLIPROTICO

Acido con più di un protone trasferibile per molecola.

AGENTE OSSIDANTE

La sostanza che acquista elettroni durante una reazione di ossido- riduzione. Nel corso della reazione l'agente ossidante si riduce; un forte agente ossidante, reagendo, diventa un debole agente riducente.

AGENTE RIDUCENTE

La sostanza che durante una reazione di ossido-riduzione forma con facilità ioni positivi; come è prevedibile in base alla bassa elettronegatività, i più attivi sono i metalli alcalini, seguiti da quelli alcalino-terrosi. Fra tutti gli elementi il cesio è il più forte agente riducente.

ANODO

Polo negativo. Elettrodo su cui avviene la semireazione di ossidazione.

BASE

Specie chimica capace di accettare un protone da un'altra specie chimica.

BILANCIAMENTO DELL'EQUAZIONE DI REAZIONE

Consiste, scritti i reagenti ed i prodotti della reazione, nel fare in modo che il numero ed il tipo degli atomi presenti nei reagenti sia esattamente uguale al numero ed al tipo di atomi presenti nei prodotti. Bilanciare un'equazione di reazione significa determinare i coefficienti di reazione.

BIOCHIMICA

Branca che si occupa dei composti e delle reazioni chimiche riguardanti i processi che avvengono nei sistemi viventi.

CALORE DI FORMAZIONE DI UN COMPOSTO CHIMICO

La variazione di entalpia dovuta alla reazione che dà origine ad una mole di composto a partire dagli elementi che lo costituiscono.

CALORE DI REAZIONE (Q)

Calore svolto o assorbito nel corso di una reazione chimica.

CAMMINO LIBERO MEDIO

Spazio che intercorre tra due urti successivi di una stessa particella.

CATODO

Polo positivo. Elettrodo su cui avviene la semireazione di riduzione.

CELLA GALVANICA

Sistema capace di produrre energia elettrica. E' caratterizzata dalle due coppie REDOX che danno origine alle reazione anodica ed alla reazione catodica.

CENTRIFUGAZIONE

Metodo per separare un sistema eterogeneo nelle fasi che lo costituiscono, fondato sulla differenza di densità sfruttando l'azione della forza centrifuga.

CHIMICA

La chimica è la scienza della natura che studia la composizione, la struttura e le proprietà delle sostanze, ed anche le trasformazioni che queste sostanze subiscono.

CHIMICA ANALITICA

Si interessa della identificazione delle sostanze chimiche, della determinazione della quantità delle varie specie presenti in un miscuglio e della separazione dei miscugli nei loro singoli componenti.

CHIMICA FISICA

Studia la struttura della materia e le variazioni energetiche che si verificano nel corso delle trasformazioni chimiche e fisiche. Questo settore fornisce le basi teoriche per trattare i fenomeni osservati negli altri campi della chimica.

CHIMICA INORGANICA

La chimica inorganica è la branca della chimica che tratta delle proprietà e del comportamento di tutti gli elementi e dei loro composti con l'eccezione dei composti del carbonio (tranne pochi). La maggior parte dei composti del carbonio sono oggetto di studio della chimica organica.

CHIMICA ORGANICA

In origine si limitava a studiare i composti che si ottengono dagli organismi viventi, ma attualmente sono oggetto di studio anche gli idrocarburi (composti di carbonio e idrogeno) e i loro derivati.

CINETICA CHIMICA

Studio delle velocità di reazione e la loro dipendenza dalle condizioni sperimentali.

COMPRESSIBILITA', FATTORE DI
(z)

Fattore che consente di valutare lo scostamento del comportamento ideale in funzione della pressione e della temperatura.

CONDUCIBILITA' DI UNA SOLUZIONE (s)

Intensità della corrente che circola nella soluzione tra due elettrodi di sezione unitaria posti a distanza unitaria sotto la differenza di potenziale di 1 Volt.

COPPIA REDOX

Coppia formata dalla forma ossidata e ridotta di una specie chimica.

COSTANTE DI EQUILIBRIO

Costante caratteristica di ciascuna reazione, per una certa temperatura. In generale, se reagiscono a molecole di A con b molecole di B ecc. per formare m molecole di M, n di N, ecc., secondo la reazione di equilibrio aA+bB+...=mM+nN+... l'espressione della costante è:

DIFRATTOMETRO A RAGGI X

Strumento che permette al chimico di determinare la disposizione spaziale degli atomi, degli ioni o delle molecole che costituiscono i cristalli attraverso lo scattering (la diffusione) dei raggi x.

EBOLLIZIONE, TEMPERATURA DI

Temperatura alla quale la tensione di vapore del liquido uguaglia la pressione esterna.

EFFUSIONE

Passaggio di un gas attraverso un piccolo foro di una parete sottile.

EFFUSIONE, VELOCITA' DI

Velocità con un cui un gas effonde. E' proporzionale al numero di urti al secondo e quindi alla velocità quadratica media.

ELEMENTO

E' un composto chimico di atomi di un solo tipo. Il ferro, ad esempio, è composto interamente di atomi di ferro, che sono differenti dagli atomi di ossigeno

ELETTRODO INERTE

In una cella galvanica, elettrodo che funge da semplice conduttore e non partecipa direttamente alla semireazione (ad es., elettrodo ad idrogeno H+/H2).

ELETTRONEGATIVITA'

E' una grandezza in relazione con l'attrazione che un atomo esercita sugli elettroni quando è in combinazione con altri elementi: è la capacità che ha un atomo in una molecola di attrarre gli elettroni verso di sé.

ELETTRONI DI VALENZA

Elettroni responsabili dell'attività chimica di ciascun elemento cioè dell'interazione con altri atomi.

ENERGIA DI PRIMA IONIZZAZIONE

Energia necessaria ad allontanare completamente un elettrone da un atomo isolato.

EQUILIBRIO, COSTANTE DI

Vedi COSTANTE DI EQUILIBRIO.

FASE

Qualunque parte di un sistema omogeneo e fisicamente distinta dalle altre parti.

FILTRAZIONE

Metodo per separare un sistema eterogeneo nelle fasi che lo costituiscono, basato sulla differenza di dimensioni delle particelle che costituiscono le fasi: il sistema passa attraverso un materiale poroso che funziona da filtro..

FLUORO

E' l'elemento più elettronegativo e l'agente ossidante più attivo tra gli elementi chimici. Esso reagisce formando lo ione fluoruro, che è il più debole agente riducente.

FORZA ELETTROMOTRICE (f.e.m.) 

Differenza di potenziale che si viene a creare fra due elettrodi di una cella galvanica e che genera un flusso di elettroni dall'anodo al catodo. Dipende anche dalla temperatura e dalle concentrazioni delle specie in soluzione.

GAS INERTI

Elementi costituiti da atomi senza elettroni di valenza e che quindi non hanno alcuna attività chimica.

HESS, LEGGE DI

Vedi LEGGE DI HESS.

LEGGE DI EFFUSIONE DI GRAHAM

Relazione matematica che permette di valutare il peso molecolare incognito di un gas rapportando la sua velocità di effusione a quella di un gas di peso molecolare noto.

LEGGE DI HENRY

A temperatura costante, la concentrazione di un gas debolmente solubile in un liquido (cioè la massa o il numero di moli di un gas che si scioglie in un dato volume di un liquido) è direttamente proporzionale alla pressione parziale del gas.

LEGGE DI HESS

La variazione di entalpia connessa ad una trasformazione chimica o fisica è pari alla somma delle variazioni di entalpia dei singoli stadi attraverso i quali avviene o si immagina possa avvenire la reazione stessa.

LEGGE DI RAOULT

Legge strettamente valida per soluzioni ideali (o quasi ideali) che mette in relazione, a temperatura costante, il valore della pressione di vapore di una soluzione con la composizione di questa e con i valori della pressione di vapore delle singole specie che la costituiscono. Per una soluzione costituita da due componenti, la  legge è espressa dalla relazione:
.
La composizione della fase vapore in equilibrio con una soluzione è diversa da quella della soluzione stessa (salvo il caso particolare di soluzioni in cui:

MOLALITA'

Numero di moli (ni) di un soluto (i) contenuti in 1000 g di solvente. 

MOLARE, FRAZIONE (X)

Rapporto fra il numero di moli (ni) del componente (i) ed il numero di moli totali presenti in soluzione.

MOLARITA' (M) o CONCENTRAZIONE MOLARE

Numero di moli (ni) di un soluto (i) contenuti in un litro di soluzione. Poiché il volume varia con la temperatura, a temperature diverse corrispondono valori diversi di M.

NERNST, EQUAZIONE DI

Relazione che mostra come il potenziale di elettrodo di una generica coppia redox sia in funzione delle concentrazioni della forma ossidata e della forma ridotta ciascuna elevata ad un esponente pari al coefficiente di reazione.

NUMERI QUANTICI

I tre numeri che caratterizzano ogni orbitale.

NUMERO DI MASSA

Somma dei protoni e dei neutroni nel nucleo.

NUMERO QUANTICO DI SPIN ms

Definisce il senso del moto dell'elettrone intorno al proprio asse.

NUMERO QUANTICO MAGNETICO m

Indica l'orientamento dell'orbitale rispetto a tre assi cartesiani arbitrariamente scelti.

NUMERO QUANTICO PRINCIPALE n

Indica il livello energetico cui appartiene l'orbitale. Può assumere solo valori interi positivi (1, 2, 3, ...) e dà un'idea approssimata della distanza dell'elettrone dal nucleo.

NUMERO QUANTICO SECONDARIO l

Specifica la forma spaziale dell'orbitale. Può assumere valori interi compresi tra 0 ed (n-1) dove. n=numero quantico principale

ORBITALE

Superficie chiusa che racchiude il volume di spazio nel quale la probabilità di trovare l'elettrone è circa il 90%.

OSSIDAZIONE

Trasformazione chimica nella quale vengono perduti elettroni da un atomo o da un gruppo di atomi.

PARAMAGNETISMO

Fenomeno per cui atomi neutri con elettroni spaiati subiscono l'effetto di un campo magnetico.

PERCENTUALE IN PESO (%)

Numero di grammi di un componente in 100 g di soluzione.

PERCENTUALE IN VOLUME (%)

Numero di litri di un componente contenuti in 100 l di soluzione.

PESO ATOMICO

La media ponderata di tutti gli isotopi di un elemento.

PILA DI CONCENTRAZIONE

Cella galvanica formata da due elettrodi dello stesso metallo M immersi in due soluzioni contenenti lo stesso ione M+n ma a due concentrazioni diverse.

POLIMERO

Molecola di grandi dimensioni costituita da unità semplici che si ripetono e sono tenute insieme da legami chimici.

POTENZIALE DI IONIZZAZIONE

E' una misura di quanto strettamente un atomo tiene legati i suoi elettroni: corrisponde, infatti, alla quantità di energia necessaria per separare un elettrone dall'atomo.

POTENZIALE ELETTROCHIMICO (E0)

(Potenziale di elettrodo standard). Si calcola misurando la f.e.m. di una cella galvanica formata dalla coppia in esame e dalla coppia H+/H2 in condizioni standard.

PRINCIPIO DI ESCLUSIONE DI PAULI

Secondo quanto suggerito da Wolfgang Pauli nel 1924, due elettroni qualsiasi di un atomo non possono avere uguali tutti e quattro i numeri quantici. Questo assunto influenza il modo in cui le proprietà chimiche di un elemento dipendono dal suo numero atomico.

PUNTO TRIPLO, TEMPERATURA DEL

Temperatura alla quale il solido ed il liquido coesistono in equilibrio  col vapore.

QUANTO

Quantità di energia liberata da un elettrone passando da un livello energetico a quello più vicino a più bassa energia.

REAZIONE CHIMICA

Processo per cui, date alcune specie chimiche, A, B, dette reagenti, queste interagiscono tra di loro trasformandosi in specie chimiche diverse X, Y, dette prodotti della reazione.

REAZIONE, COEFFICIENTI DI

Numeri (abitualmente si omette il numero 1) che, nelle equazioni di reazione, compaiono davanti ai simboli delle diverse specie chimiche.

REAZIONE, VELOCITA' DI

Variazione, nell'unità di tempo, del numero di moli di un reagente o di un prodotto.

RIDUZIONE

Trasformazione chimica nella quale vengono acquistati elettroni da un atomo o da un gruppo di atomi.

SEDIMENTAZIONE

Metodo per separare un sistema eterogeneo nelle fasi che lo costituiscono, fondato sulla differenza di densità sfruttando l'azione della forza di gravità.

SISTEMA

Porzione qualsiasi di materia con caratteristiche e proprietà definite.

SISTEMA ETEROGENEO

Sistema formato da più fasi.

SOLUZIONE

Miscela di due o più sostanze diverse che costituiscono una sola fase.

SOLUZIONE IDEALE

Soluzione in cui è nulla l'entalpia di mescolamento.

SOLUZIONE QUASI IDEALE

Soluzione reale costituita da due o più sostanze le cui molecole hanno dimensioni e struttura molto simile.

SOVRATENSIONE

In un processo elettrolitico in cui riduzione ed ossidazione comportano sviluppo di gas agli elettrodi, tensione addizionale necessaria per fare avvenire le reazioni di ossidoriduzione agli elettrodi. Dipende dalla natura dei gas e dalla natura dell'elettrodo.

SPETTROFOTOMETRO

Strumento di laboratorio che opera nell'ultravioletto, nel visibile e nell'infrarosso, inviando fasci di luce di diverse lunghezze d'onda su campioni liquidi o gassosi. In questo modo il chimico può determinare la configurazione elettronica e la disposizione degli atomi nelle molecole.

SPETTROFOTOMETRO NMR

(a risonanza magnetica nucleare). Strumento che sottopone il campione, immerso in un forte campo magnetico, ad una radiofrequenza. L'assorbimento di questa energia da parte del campione fornisce informazioni sui legami intramolecolari.

TENSIONE DI DECOMPOSIZIONE

In un processo elettrolitico, tensione che occorre per fare avvenire le reazioni di ossidoriduzione agli elettrodi.

TEORIA CINETICA

Modello che permette di derivare da semplici considerazioni meccaniche una relazione tra la temperatura assoluta e l'energia cinetica media traslazionale che formano un sistema gassoso ideale.

Torna all'inizio

Questa pagina è stata realizzata da Vittorio Villasmunta
v_villas@libero.it

Ultimo aggiornamento: 26/09/04