Home Su

VelocitÓ del  vento in quota

I venti in quota, in genere, possiedono una velocitÓ pi¨ elevata di quelli al livello del suolo. Detto in altre parole, per ogni dato tempo e spazio, la velocitÓ del vento di norma cresce con la quota. Quando si considera l'effetto che l'altezza ha sulla velocitÓ del vento non vanno trascurati i seguenti due fattori:

  • il grado di rimescolamento turbolento prevalente nell'atmosfera per un dato momento e luogo, come caratterizzato dalla classe di stabilitÓ di Pasquill

  • la rugositÓ della superficie del terreno, che induce attrito superficiale per un dato luogo.

Si Ŕ trovato che l'effetto dell'altezza sulla velocitÓ del vento Ŕ di tipo logaritmico, e pu˛ essere espresso come:

vz / vs = ( hz / hs )n

[1]

dove:

vz =

velocitÓ del vento all'altezza z

vs =

velocitÓ del vento al suolo

hz =

altezza z

hs =

altezza rispetto al suolo a cui Ŕ rilevata la velocitÓ del vento (di norma 10 metri)

n =

in funzione della classe di stabilitÓ di Pasquill e del tipo di terreno (vedi tabella)

Dalla [1] si ricava:

vz  = vs * ( hz / hs )n

[2]

 

Esempio:

Data una velocitÓ del vento di 5 m/s misurata a 10 metri al di sopra del suolo e una classe di stabilitÓ B su territorio di tipo rurale, calcolare la velocitÓ del vento a 500 metri di altezza. Applicando la [2], si ottiene.

v500 = 5 * (500 / 10) 0,15 = 9 m/s

che Ŕ quanto cercavamo.

Tabella dei valori di n in funzione della classe di stabilitÓ di Pasquill:

Territorio rurale

Territorio urbano

StabilitÓ

Esponente n

StabilitÓ

Esponente n

A

0,10

A

0,15

B

0,15

B

0,15

C

0,20

C

0,20

D

0,25

D

0,25

E

0,25

E

0,40

F

0,30

F

0,60



Questa pagina Ŕ stata realizzata da Vittorio Villasmunta

Ultimo aggiornamento: 07/11/15